L'anno dell'invasione nel Friuli e nel Veneto, 1917 - 1918

ott 06. ott 25.

Mostra - Lands of memory

Attraverso immagini dell’epoca e opere d’arte contemporanea, contrapposte ed accomunate dal soggetto rappresentato, emergono i lasciti del primo conflitto mondiale ai luoghi che ne sono stati più intensi campi di battaglia. Dalla mostra emerge come i territori colpiti abbiano assimilato, consapevolmente o inconsapevolmente, i tragici avvenimenti della guerra: il paesaggio, gli elementi naturali e gli oggetti materiali (sia organici che antropizzati) che ne scandiscono le linee, assorbendo il lutto hanno sepolto e incorporato spoglie e ricordi, rendendo il suolo vero e proprio corpo fisico della memoria del conflitto. La simbologia dell’elemento naturale viene sviluppata nelle sue componenti quasi profetiche, non per forza rassicuranti, sancendo, tra gli elementi naturali, il protagonismo dell’organicità del suolo, che viene evocato come elemento di protezione e di sopravvivenza ma anche di occultamento e soffocamento.
Opere di: Nathalie Vanheule, Claudio Beorchia, Jane Glynn, Gordon Belray, Victoria Lucas, Cosima Montavoci, Luca Terenzi, Elisie Remus.
L’inaugurazione della mostra alle ore 18.00 prevede anche la presentazione del 6° quaderno CEDOS dal titolo “Una guerra dimenticata: da Caporetto ai profughi, dall’occupazione alla fame”

Orario di apertura del museo.

PROMOTORI: Comune di Vittorio Veneto, CEDOS, IODEPOSITO ONG, Associazione Premio Mazzotti

Data
6 ottobre 20162016-10-06T12:00:00 - 25 ottobre 2016 2016-10-25T11:59:00
Ora
0.00 2016-10-06T12:00:00 - 23.59 2016-10-25T11:59:00
Luogo
Chiesa di San paoletto