Riaprono gli spacci popolari

dic 17.

17 dicembre 1917

A Ceneda vengono aperti gli spacci popolari, grazie alle requisizioni dei giorni precedenti.

A Serravalle, apre lo spaccio popolare organizzato da don Piazza, che garantiva da mangiare alle persone provviste di tessera di Vittorio. 250 grammi di farina al giorno, 250 grammi di carne alla settimana. Analogamente ai suoi colleghi di Ceneda, anche don Piazza, per ottenere i viveri, è passato di casa in casa a chiedere quello che la popolazione poteva dare.

Luogo
Vittorio Veneto