La Loggia

Questo ampio spazio è dominato dai due affreschi: Leone di San Marco tra la Giustizia e la Temperanza e Madonna col Bambino in trono tra Sant'Andrea, Sant' Augusta e il committente, il podestà Girolamo Zane.

Questi tra il 1518 ed il 1520 incaricò dell'opera Francesco da Milano, pittore di origine lombarda ma attivo tra il 1502 ed il 1548 a Serravalle e nel territorio circostante, che via via unirà alla sua formazione milanese l'attenzione per le novità tonali dei maestri veneti suoi contemporanei.
Le altre pareti accolgono numerosi stemmi che documentano il succedersi della nobiltà veneta al governo della città, come pure i frammenti architettonici che suggeriscono l'immagine di Serravalle dal XIV al XVI secolo. Uno scalone neogotico, realizzato nel primo novecento, consente l'accesso ai piani superiori.