Sala Comuzzi

In questa sala sono stati raccolti numerosi materiali che documentano la duratura presenza della Confraternita dei Battuti a Serravalle

Il frammento di polittico datato 1394-1404 raffigurante Nascita e Sposalizio della Vergine, opera di Nicolò di Pietro; le parti di un polittico ligneo che raffigurano la Madonna della Misericorda con i Battuti e i Santi Lorenzo e Marco; il grande armadio in legno di noce intagliato a fitti motivi gotici che, pur avendo subìto integrazioni, conserva nell'insieme l'armonia del manufatto del primo Quattrocento; la pala con San Girolamo tra le Sante Lucia ed Agata, di Francesco da Milano e riferibile al 1512; l'altare ligneo con trittico di impianto vecelliano raffigurante San Marco (a mosaico) tra i Santi Giovanni Battista e Stefano, opera del 1569 assegnata a Francesco e Valerio Zuccati; la Madonna della Misericordia e i Battuti, datata 1650, che reca i ritratti dei procuratori Lorenzo Giustiniani e Valerio Scarpis.
Infine, proveniente dal santuario di Sant'Augusta, è la delicata Madonna col Bambino, opera in cartapesta di Iacopo Sansovino (Firenze 1486-Venezia 1570).